Serata d'accatto

Pubblicato il da eternoritorno

Ospite della mia compagna, direttamente dalla Calabria (insegnante precaria come più o meno il sottoscritto), stasera si è materializzata "Francesca", un tipino tutto pepe che non smette un attimo di parlare.

Ovviamente, ho cucinato io: ciciclato lo zucchino ripieno (carne e formaggio) e risotto alle verdure e aceto balsamico tradizionale di Modena del nonno (silenzio e tutti a casa).

Scrivo in una pausa tra il Parmigiano di chiusura e spero il caffè che qualcuno sta per mettere sul fuoco. Ho detto che andavo in bagno... anzi no, a prepararmi per uscire. Sì perchè la calabrese dormirà sul divano in salotto, tra i miei libri di filosofia e storia dell'arte (che non si azzardi a prenderne in mano uno per richiamare Morfeo!). Io invece uscirò con un amico per bermi qualche birretta in santa pace. La mia compagna farà un po' come c.... le pare, è lei l'organizzatrice di tutto questo.

Il fatto è che le donne calabre parlano. Tutte quelle che ho conosciuto soffrono di una forma insopportabile di logorrea indirizzata al sociale. Ti parlano di tutto quello che passa loro per la testa: uomini, mestruazioni, gonne e ultimi berretti della Casa Reale, il prossimo matrimonio tra William e Kate (e diciamolo, che vadano pure a farsi f......!), la loro macchina perennemente con la spia dell'olio in rosso (e c...., metticelo 'sto olio!)...

Insomma, sono un tantino alterato. Adesso me ne vado e mi ascolto "Amused to Death" di Roger Waters in macchina a tutto volume. Gran disco, perfetto per lasciarsi alle spalle i problemi. Lo consiglio a tutti.Roger_Waters_Amused_to_Death.jpg

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post